Venezia bagnata, Venezia incontaminata

Pubblicato: settembre 10, 2012 in Uncategorized

Tempo fa Pierre Rosenberg mi ha regalato questo libro, Venise itinérance, che mi ha subito affascinato. Appena ricevuto l’ho divorato con gli occhi, Mi ha meravigliato che non ci fosse niente di scritto, non mi ero accorta che  le quattro pagine del testo fossero incollate, probabilmente il risultato dell’allagamento   provocato dal rovesciamento di un vaso di fiori da parte dal mio gatto Biagio. Il caldo involucro rosso lacca si spalanca con una doppia pagina che abbraccia a raggiera il Bacino dove la lama del campanile evidenzia la facciata di San Giorgio Maggiore, oggi bianca ma un tempo enfatizzata dalle paraste del colore della copertina facendone la regina del fondale che va dal Lido alla Giudecca, seguita dal pugno nello stomaco dell’angolo della scalinata della stessa chiesa ricordando al visitatore che l’ingresso a tale sacrario va conquistato con fatica. Il muro sgretolato e sanguinante contrasta col fondo bituminoso, nel suo degrado ricorda il  libretto di Giuseppe Pagano.

Riposto il libro con cura, questo è svanito sepolto sotto una pila di fascicoli, riemergendo solo oggi con una Venezia magica surreale, fuori del tempo, immune da contaminazioni di esseri viventi con dettagli (esterni ed interni)  sconosciuti perfino a me che pretendo di conoscere la città come le mie tasche;   l’ho sviscerata  per secoli, grazie agli ottantuno anni compiuti il 3 Giugno di quest’anno, ma in questo libro con somma gioia ho trovato un sacco di cose e che mi sono sfuggite. La qual cosa dimostra la mia pretenziosa ignoranza.  Mentre cercavo un reperto che  naturalmente non ho trovato ho scoperto una Venezia insolita bagnata luccicante e piena di mistero. Questa Venezia così particolare basata su immagini di cui il pifferaio è stato Giulio Zanier compagno di scuola di mio figlio Paolo, a sua volta figlio  del mio compagno di scuola Italo Zanier che ha avuto la prima cattedra di Fotografia in Italia all’IUAV.

Venise Itinérance, di Pierre Rosenberg e Jean-Baptiste Leroux, Imprimerie Nationale Editions (2011)

Annunci
commenti
  1. AnnaLivia ha detto:

    Venezia come mi piace!
    Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...