Venezia punto di congiunzione

Pubblicato: maggio 29, 2013 in Uncategorized
Raphael Custos, Domus Germanorum, incisione 1616

Raphael Custos, Domus Germanorum, incisione 1616

La chiesa di San Bartolomeo e la comunità tedesca a Venezia, a cura di Natalino Bonazza, Isabella di Lenardo e Gianmario Guidarelli fa parte del progetto Chiese di Venezia grazie al quale lo Studium Marcianum fa conoscere le chiese veneziane considerandole in tutti i loro significati: pastorali, devozionali, civili, sociali ed economici. La collana Chiese di Venezia. Nuove prospettive di ricerca alla quale appartiene questo volume, raccoglie gli atti di convegni promossi ogni anno e condotti secondo un metodo di confronto e scambio multidisciplinare.

Sebastiano del Piombo - San Luigi di Tolosa

Sebastiano del Piombo – San Luigi di Tolosa

La chiesa di San Bartolomeo, immersa nel cuore della Venezia mercantile e internazionale, è stata scelta come primo oggetto di ricerca per il “denso intreccio di aspetti” (poco studiati) che ne caratterizza l’esistenza dal XI al XIX secolo.

Sebastiano del Piombo - San Sinibaldo

Sebastiano del Piombo – San Sinibaldo

Ricostruita almeno tre volte nel corso della sua storia, secondo la tradizione la chiesa sarebbe stata fondata nell’840 da Marco e Bartolomeo Orseolo e lega le proprie vicende fin dal XIII secolo “a quelle dei gruppi mercantili provenienti dal Sacro Romano Impero”, ospitati fin dal 1220 nel vicino Fontego dei Tedeschi. La calle che unisce l’entrata laterale della chiesa all’ingresso monumentale del Fontego e la pala di Dürer realizzata nel 1506 per la cappella dei suoi connazionali in San Bartolomeo, sono solo alcune prove di questa profonda connessione, tanto che nella Festa del Rosario (oggi alla Galleria Nazionale di Praga) Dürer pare “riflette sul culto di Maria, sulla situazione sociale dei tedeschi a Venezia, sul commercio transalpino, sulla politica internazionale e sul suo ruolo nell’arte”.

rosario

Per i mercanti tedeschi, Venezia era la porta per l’economia mediterranea, crocevia tra il mondo mitteleuropeo e l’Oriente: è quindi facile capire l’interesse per un soggiorno in città. Nelle pertinenze del Fontego si sviluppano poi le attività degli stampatori d’oltralpe, responsabili di avere importato l’arte tipografica a Venezia e rappresentati in particolare da Anton Kolb, editore della prima veduta a volo di uccello della città di Venezia e profondo stimatore del suo artefice, Jacopo De Barbari. Proprio nella chiesa di San Bartolomeo, Luca Pacioli tiene la lezione inaugurale dell’anno scolastico per la Scuola di Rialto (11 agosto 1508), un’anticipazione della pubblicazione del De divina proporzione incentrata sulla “virtù e molteplici applicazioni della proporzione matematica”.

La chiesa di San Bartolomeo e la comunità tedesca a Venezia,

a cura di Natalino Bonazza, Isabella di Lenardo e Gianmario Guidarelli

Marcianum Press, Venezia 2013.

copertina

Un’altra interessante pubblicazione di Marcianum Press è La sfida di Davide e Golia. Un capolavoro di Tiziano restaurato. Scrive Monsignor Meneguolo nell’introduzione: “La sera di sabato 29 agosto 2010, quando al tramonto il cielo attorno alla cupola della Salute si tinse di rosso per i bagliori sprigionati dal tetto in restauro dell’ala del Seminario Patriarcale soprastante la sacrestia della Salute, si temette che un’altra tragedia, come quella di un decennio prima con l’incendio della Fenice, stesse per abbattersi sulla martoriata città…”. Il volume riporta le fasi del restauro del capolavoro di Tiziano, salvato dal fuoco ma danneggiato dall’acqua dello spegnimento dell’incendio. Tiziano lo dipinse nel 1544 per la chiesa dell’isola di Santo Spirito assieme al Sacrificio di Abramo, Caino e Abele e agli otto tondi con i Dottori della chiesa e gli Evangelisti. Nel 1656 l’ordine dei canonici agostiniani fu soppresso e l’opera, assieme ad altre, fu trasferita a Santa Maria della Salute.

la sfida di davide e golia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...