Venezia nel ‘500: anche in questo campo era regina

Pubblicato: maggio 30, 2013 in Uncategorized

fronteIl 9 maggio è stata presentata all’Ateneo Veneto la ristampa anastatica del volume “Notandissimi Secreti de l’Arte Profumatoria” di Giovanventura Rosetti (Bologna 1672) a cura di Anna Messinis e Giancarlo Ottolini per Mavive spa. La ristampa coincide con il 25° anniversario della fondazione Mavive e con il centenario della famiglia Vidal nel campo della profumeria. Tutto ha inizio nel 1900, quando Angelo Vidal crea un piccolo laboratorio di profumeria a San Stae e inizia a fabbricare prodotti per la casa, saponi, profumi e cosmetici. I “Notandissimi Secreti de l’Arte Profumatoria” sono stati tramandati di generazione in generazione dalla famiglia Vidal che, dal 2013 ha deciso di valorizzare la tradizione cosmetica veneziana con il lancio di una linea di profumi e cosmetici ispirati direttamente all’opera del Rosetti e con la prossima apertura di un museo stabile del profumo a Venezia. Il progetto, che sarà realizzato assieme alla Fondazione dei Musei Civici di Venezia, prevede una nuova sezione del profumo all’interno del Museo di Palazzo Mocenigo – Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume.

stampa

Grazie ai suoi collegamenti con l’Oriente, la Serenissima è sempre riuscita a scovare conoscenze e materie prime, ignorate in altri territori, dalle quali i “muschieri”, i “venditori de polvere de Cipro” e i “saoneri” ricavavano profumi e cosmetici ambiti da tutte le corti d’Europa. Scrive Anna Messinis: “A Venezia coloro che preparavano profumi e belletti erano chiamati muschieri, dall’ampio uso del muschio documentato anche dal ricettario del Rosetti; ma, nonostante la società Veneziana fosse rigidamente strutturata in arti, governate da norme precise fissate dai capitolari e raccolte nelle mariegole, non costituivano una corporazione autonoma. Facevano parte dell’arte dei “marzeri” (merciai), nel cui capitolare del 1271 sono espressamente indicati coloro che fabbricano guanti; per l’usanza di profumare i guanti, vengono accolti nella stessa arte…”.

guanti

I “Notandissimi Secreti de l’Arte Profumatoria” furono stampati a Venezia nel 1555 da Francesco Rampazzetto; l’autore, Giovanventura Rosetti, era addetto all’approvvigionamento merci all’Arsenale e aveva anche scritto il Plichto de l’arte de tentori, uno dei più interessanti trattati di chimica del tempo pubblicato nel 1548. “La metà del XVI secolo, epoca nella quale fu pubblicato questo libro, fu il periodo nel quale la Serenissima toccava il suo apice in potenza, bellezza e splendore, ricca di esperienza politica, tesori, gioielli d’arte”.

oglio odorifero

Nel 1561 Giovanni Bariletto pubblica “I secreti de la signora Isabella Cortese ne’ quali si contengono cose minerali, medicinali, artificiose, et alchemiche, et molte de l’arte profumatoria, appartenenti a ogni gran signora”, l’unico libro di segreti scritto da una donna dato alle stampe.

ricino

Lodovico Dolce nel “Dialogo della institution delle donne” racconta un episodio divertente: “una giovane veneziana non imbellettata durante un banchetto si lava la faccia con l’acqua e incita le altre convitate a fare lo stesso. Il suo viso appare ancora più bello, mentre <<le altre che erano dipinte, levandosi con l’acqua i colori, rimasero assai più brutte: et vergognandosi l’una dell’altra d’indi in poi i belletti non adoperarono, ma contentandosi della faccia naturale, disprezzarono la finta e mendicata dell’artificio>>.

rose

Notandissimi Secreti de l’Arte Profumatoria” 

di Giovanventura Rosetti (Bologna 1672)

a cura di Anna Messinis e Giancarlo Ottolini per Mavive spa , 2013.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...