Il Settecento veneziano: il teatro comico

Pubblicato: gennaio 10, 2014 in Uncategorized

Copertina

Nella prefazione Paolo Puppa introduce il lavoro di Leonardo Mello sul teatro veneziano del Settecento con queste parole:

Qui si discorre infatti di una “vera e propria macchina industriale definita altresì “opificio teatrale”, forte di dodici palcoscenici, ad un certo punto sedici, disseminati in città”.

Esistono figure artistiche e strutture impresariali, messinscene in competizione tra loro, politiche dei prezzi in un’alternanza di zuffe per realizzare il meglio. I calendari sono fittissimi, aperture autunnali, lunghi carnevali e riprese all’Ascensione. Venezia sviluppa per prima già nel Cinquecento le premesse della commedia italiana esplodendo nel Seicento con il melodramma: durante il carnevale del 1637 si apre al pubblico il teatro di San Cassiano con la rappresentazione dell’Andromeda, opera scritta da Benedetto Ferrari e musicata da Francesco Manelli.

La peccaminosa tentazione della finzione si nascondeva nell’intrico delle calli buie. A rivendicare quel mondo scomparso, solo nel 1792 appare la facciata della Fenice ad opera del Selva, oggi più che mai in auge.

Francesco Guardi-Il teatro La Fenice-1792

I proprietari dei teatri sono spesso nobili, come i megalomani Grimani per la prosa con il Samuele, il Giovanni e Paolo e Giovanni Crisostomo e i Vendramin per la musica col loro teatro eretto nel 1622, sopravvissuto fino ad oggi come “Goldoni”.

Gli edifici, sempre in legno, vanno a fuoco in continuazione, come nel 1797 quando brucia quello in Contrà San Samuele e il danno è tale da sollecitare l’intervento dei Provveditori di Commun:

Il N. H. Zuane Grimani fu Vettor, padrone del teatro in Contrà San Samuel assoggettò il medesimo con suo testamento 1661 primo febbraio […] ad un perpetuo fidecommesso mascolino a beneficio presentemente del nostro N. H. Vincenzo e fratelli Grimani furono di Carlo, e sua posterità. Colpo iatalissimo e rovinoso a detti NN. HH. è l’incendio a detto teatro la notte delli 30 di settembre che ha il tutto ridotto in cenere. Rimane ancora il fondo con pochi muri cadenti di maniera che essi e la loro posterità rimane spoglia di un capitale preziosissimo che nello stato presente non è loro possibile per il necessario grandioso dispendio a rifabbricarlo”.

Antonio Codognato, San Samuele, 1753

Almanacchi, gazzette, caffè, epistole e manifesti vivacizzano infinite querelles nella scena artistica: tutti litigano tra di loro, perfino Carlo Goldoni coinvolto nell’ostilità con Carlo Gozzi e Pietro Chiari.

Conclude l’autore:

Anche se sarebbe scorretto affermare che questo aspetto sia esclusivo delle scene lagunari è però innegabile che, per come si  è venuto formando il fenomeno teatrale durante gli ultimi secoli della Serenissima, proprio a Venezia si sia affermato un nuovo concetto di pubblico, non più considerato come aleatorio destinatario di un divertissement cortigiano ma invece come soggetto consapevole (ed esigente) che – attraverso l’acquisto di un bollettino, cioè comprando un biglietto – acquisisce anche il diritto al giudizio e alla critica su quanto vede”.

Il teatro alla moda

Questo libro completa una collana dedicata al Settecento veneziano edita per Corbo e Fiore e va ad aggiungersi all’analisi della letteratura di Bruno Rosada, della politica di Ivonne Cacciavillani e della pittura, a cura di Filippo Pedrocco (di quest’ultimo troverete una mia recensione cliccando QUI).

 * * *

Leonardo Mello

Il Settecento veneziano. Il teatro comico. Autori, attori e contesti

Corbo e Fiore Editori, Venezia 2013 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...