Il mio tappeto Agatha Christie

Pubblicato: gennaio 13, 2014 in Uncategorized

Tappeto

Agatha Christie è sempre stato il più bel e più bistrattato tappeto, corredato da una fantastica storia: per salvarlo ho dovuto appenderlo sul muro lungo l’unico spazio disponibile, sulle scale.

Quando abitavo a Santa Maria del Giglio, il tappeto era in salotto ma immancabilmente, quando Peggy Guggenheim veniva a colazione con la sua coda di pechinesi che litigavano con i miei schnauzer diventava il loro pisciatoio!

Negli anni di Bagdad, mentre Ugo lavorava, giravo in deserto o nel suk dove c’era una tana in cui ho trovato i miei più bei tesori, a partire dalle miniature persiane. In una delle mie visite scopro un tappeto di una tale bellezza da volerlo a tutti i costi, anche se c’era un problema: Lady Mallowan l’aveva visto per prima e doveva ritirarlo alle sei del pomeriggio. Ho aspettato fino a sera senza che lei arrivasse e me lo sono portato a casa.

max-mallowan-and-agatha-christie2-290x279

Suo marito Sir Max Mallowan lavorava a Baghdad, e io mi divertivo a seguire gli scavi; le ricerche erano appena iniziate ed ero molto incuriosita. Ero sempre accompagnata da una specie di guardia del corpo che mi portava i fucili e le borse e avevo la cattiva abitudine di raccogliere quanti più cocci potevo, che ho poi regalato a Palazzo Te, Mantova, unica collezione Mesopotamica del Nord Italia.

Dopo un po’ di giorni arriva un grazioso biglietto dei Mallowan con l’invito a colazione da loro con Ugo. Il tempo passa piacevolmente fino all’arrivo del caffè quando Lady Mallowan alias Agatha Christie, che non mi era particolarmente simpatica, mi chiede il tappeto, ed io di fronte ad Ugo imbarazzatissimo, dico di no perché glie lo avrei reso il giorno stesso se fosse venuta, ma visto che non si era fatta viva avevo pensato che avesse cambiato idea. Il marito si alza di colpo mi dà due baci sulle ganasse ringraziandomi per aver vinto una scommessa di 100 sterline, così ho capito perché per tutto il tempo mi aveva guardato con aria sorniona.

Quando Beatrice Rosenberg mi ha regalato La plus vieille cusine du monde e i miei amici Ball Murder in Mesopotamia mi si è aperta una finestra su quanto era successo così tanto tempo fa.

989832-M

La plus vieille cusine du monde (La più antica cucina del mondo) è uno studio della gastronomia nell’antica Mesopotamia di Jean Bottero che presenta la scoperta di tre tavolette di argilla risalenti al 1700 a.C. e una gran quantità di ricette dell’antica Babilonia. In aggiunta alle ricette: i riti della tavola, il vino, la birra e il loro uso, storie di cuochi, di cucina, di vita e di morte.

murder in mesopotamia

Murder in Mesopotamia (Non c’è più scampo) di Agahta Christie, pubblicato per la prima volta nel 1936, è la dodicesima avventura del celebre Hercule Poirot. Amy Leatheran viene assunta da Eric Leidner, eminente archeologo, con l’incarico di prendersi cura della moglie Louise. L’infermiera ha l’impressione che si tratti di un esaurimento nervoso. La signora Lediner le confessa però che da qualche tempo riceve delle lettere che la minacciano di morte. Qualche giorno più tardi la signora Leidner viene trovata morta a seguito di un colpo alla testa nella sua stanza, dove si era ritirata per riposare dopo pranzo. Poirot, che si trova nelle vicinanze, viene incaricato di affiancare la polizia nelle indagini.

Sigillo Mesopotamico

Sigillo Mesopotamico, collezione Ugo Sissa. Third Early Dynastic Period. Calcite bianca. Diviso in due registri, separati da linee orizzontali, nel primo di essi due figure bevono da due coppe oblunghe. (“Catalogue of the Ugo Sissa Collection of Stamp and Cylinder seals of Mesopotamia” by E. Douglas Van Buren, Rome 1959, p.14).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...