Russia Palladiana. Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo

Pubblicato: settembre 30, 2014 in Uncategorized

01

Si è inaugurata il 27 settembre al Museo Correr la mostra “Russia Palladiana. Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo”. Andrea Palladio diventa punto di riferimento nelle terre degli Zar dopo la traduzione del Trattato a cura del principe Dolgorukov nel 1699.

04

“In Russia, il nome di Andrea Palladio ha sempre avuto un significato particolare, non solo perché riconducibile alle eccellenze del Rinascimento italiano ma anche come principale fonte d’ispirazione per la progettazione architettonica del Paese, oltre che come modello per la formazione della coscienza e della vita quotidiana”.

11

Basti pensare che la stessa villa di campagna russa ha come stimolo proprio l’opera di Palladio, che conosce il suo apogeo all’epoca di Caterina II, promotrice delle più innovative tendenze artistiche europee; fu proprio lei ad invitare in Russia due convinti seguaci del Palladio, Giacomo Quarenghi e Chiarles Cameron che esercitarono una forte influenza sugli architetti locali.

2

La mostra è un progetto organizzato dal Ministero della Cultura della Federazione Russa nell’ambito delle celebrazioni ufficiali dell’Anno del Turismo Italia-Russia 2014.

10

Mi ricordo di quando sono andata a San Pietroburgo, anni fa, e sono rimasta affascinata dall’atmosfera della città, una rivisitazione del mondo italiano in cui l’architettura si rifà fino ai minimi dettagli al nostro Rinascimento. Che gioia è stata trovarmi davanti al fantastico Canova conservato all’Ermitage, l’originale del mio buffo porta cappelli che decorava l’arco della scala a Santa Maria del Giglio, casa del Cicognara. Il museo, per me tra i più belli, rigurgita dei ricordi portati da Roma di Caterina II e conserva ancora il teatro progettato proprio dal Quarenghi tra il 1783 e il 1789. Voluto da Caterina la Grande, il teatro capace di accogliere fino a 250 persone si ispira nei suoi interni al Teatro Olimpico di Vicenza con un auditorium semicircolare decorato con marmi colorati e circondato da dieci piccole nicchie che accolgono le statue di Apollo e delle muse. A lavori finiti, come segno di gratitudine venne costruita una loggia separata per il Quarenghi e la sua famiglia, che poteva così assistere agli spettacoli da una posizione privilegiata. Il teatro rimase in funzione fino al 1917, anno d’inizio della rivoluzione russa.

Russia-Palladina_poster_mostra

Russia Palladiana. Palladio e la Russia dal Barocco al Modernismo

dal 27 settembre al 10 novembre 2014

Venezia, Museo Correr

02

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...