Due magici libri su Venezia

Pubblicato: gennaio 25, 2016 in Uncategorized

Copertina-libro-con-fascetta-1-295x450Werner von der Schulenburg nasce nel 1881 da nobile famiglia prussiana innamorata di Venezia: Sybil è la sua ultimogenita, cresciuta bilingue in Ticino, poi studia tra Frienze, Como e Milano. Il padre ufficiale militare si dedica alla letteratura e alle arti diplomatiche ma scompare quando lei ha soli quattro anni lasciandole il archivio ricco di commedie teatrali e romanzi di cui Sybil si prende cura, offrendoli ai lettori italiani in una veste più moderna.

La vita di suo padre è stata avventurosa: tra le varie missioni, quando era occupato all’ufficio stampa presso l’ambasciata tedesca a Berna, conduce una trattativa condotta con Lenin a Zurigo per l’espatrio del russo dentro il famoso “treno piombato” e il suo impegno nella seconda guerra mondiale contro i nazisti è ricordato a Verona in un monumento accanto all’antenato Johann Matthias von der Schulenburg.

Schermata 2016-01-25 a 13.38.49

Il bel libro “Per Cristo e Venezia”, vincitore del Premio Mario Luzzi, parla proprio di questo lontano antenato ed è ambientato nel 1716, quando i potenti d’Europa si muovono per arginare l’ondata islamica che minaccia i territori della cristianità. Johann Matthias è un condottiero tedesco chiamato a difendere l’isola di Corfù per dare a Eugenio di Savoia il tempo di portare le sue truppe a est. Von der Schulenburg difende Venezia, l’Europa e la cristianità con soli tremila uomini, incitandoli con l’urlo di guerra “Per Cristo e Venezia!”.

Sybil scrive la sua versione del romanzo storico della sua famiglia che inizia da suo padre, passando dalla madre, che aveva preso accordi con Werner quando si prospettava l’esigenza della versione ridotta del libro. L’autrice scrive nella prefazione:

“Werner von der Schulenburg è stato uno scrittore tedesco, un personaggio che ha vissuto a cavallo di due secoli sforzandosi di contribuire all’evoluzione culturale degli uomini, in particolare tedeschi e italiani”.

Per Cristo e Venezia. Il federmaresciallo Johann Matthias von der Schulenburg al servizio della Serenissima” è pubblicato dalla casa editrice il Prato, che mi ha fatto conoscere anche il magico “Morire con Venezia. L’inevitabile sovrapposizione degli effetti” di Giuseppe Svalduz.

ZOM

Qui si raccontano due storie che si mescolano fino a diventare una sola, quella della città e di due giovani: Giovanni e Sofia, lui architetto e guida turistica veneziana, lei violinista americana, incontratisi a Venezia a metà degli anni Novanta. L’amore tra i due ragazzi cresce parallelamente alla continua scoperta della storia, delle particolarità urbane e ambientali di Venezia, della sua laguna e della terraferma. Un verosimile futuro attende i due personaggi, dove protagonisti saranno i cambiamenti climatici, il MOSE e il Palais Lumièr.

Venezia-Mose-la-salita-della-prima-paratoia-4-1024x680

Entrambi i libri sono stati pubblicati da Il Prato, casa editrice fondata nel 1997 da un gruppo di storici dell’arte, dopo la creazione della rivista “Progetto Restauro – trimestrale per la tutela dei beni culturali”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...