Dino Buzzati

Pubblicato: febbraio 22, 2016 in Uncategorized

Buzzati2

Facendo ordine fra i miei libri è sbucato all’improvviso Le Montagne di Vetro di Dino Buzzati che ha spalancato un piacevole squarcio su tempi molto lontani. Riappare ai miei occhi La famosa invasione degli orsi in Sicilia, regalatami quando avevo 12 anni, poco prima dell’inizio della seconda guerra mondiale. Era un dolce autunno, il tempo era così bello che eravamo ancora nella villa di Orzes, ritardando di giorno in giorno il ritorno a Venezia… Il cortile a quei tempi era ancora un ottimo campo da tennis e tutti venivano a giocare, in particolare Dino Buzzati, oltre che amico, lontano parente. Proprio allora usciva a puntate sul Corriere dei Piccoli La famosa invasione degli orsi in Sicilia; ne avevo letto qualche stralcio ma a pezzetti.

orsi-in-sicilia

Con Dino andavo molto d’accordo, facevamo imprevedibili arrampicate lungo il Cordevole, nella Valle delle Maranteghe e dietro l’abbazia di Vedana e sulle sgremene del Peron, che copriva la visuale delle Alpi.

buzzati-a-cima-canali-sulle-pale-di-san-martino-di-castrozza

Ci divertivamo molto, io sempre qualche passo più avanti, facendomi rimproverare ogni tanto: ero abituata a scarpinare. Un giorno gli ho chiesto se prima di andar via potevo avere una bozza dell’Invasione, arrivata puntualmente facendomi felice.

Scriveva Dino nelle Montagne di Vetro, nel 1953:

“Ricordiamoci che più passa il tempo e il progresso tecnico dilaga e le città crescono e la vita è tiranneggiata dalla macchina, tanto più gli uomini sentono il bisogno disperato di fuggire, rifugiandosi nella superstite natura. La solitudine, i posti senza case e senza strade, i boschi, le montagne diventeranno cose preziosissime, più preziose che i filoni d’oro. Qui in Italia, a giudicare dagli umori generali, alla saturazione non si è giunti pare, ma è fatale che ci si arriverà. E quel giorno si farà qualsiasi sacrificio pur di trovare un eremo. Ma sarà rimasto allora un posto simile?”.

montagna-buzzati2

Tenevo moltissimo a quel libro, me lo sono portata dietro da per tutto, persino in Africa dove, durante i “matata”, è purtroppo andato in fiamme con il resto delle mie cose…

Brochure_img_0

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...