Tudy Sammartini: biografia

Tudy Sammartini – Foto di Gianni Berengo Gardin

Tudy Sammartini (1931) si occupa di Venezia e della sua laguna. Passa lunghi periodi in Africa, Australia, Messico, California, Canada e collabora con l’Architectural Design e con il Council of Industrial Design di Londra divenendo promotrice di celebri architetti italiani. Con John Mc Andrew realizza il libro Venetian Architecture of The Early Renaissance. Membro dell’Ateneo Veneto, del Comitato per le Pubblicazioni delle Fonti relative alla Storia di Venezia, nel 1967 si occupa dell’indagine dell’UNESCO sul degrado della città dopo l’alluvione. Dedicato ai problemi della laguna, Le Isole della Laguna di Venezia, un universo inesplorato, è la prima collaborazione con Gianni Berengo Gardin alla quale segue Giardini Segreti a Venezia, scritto con Cristiana Moldi Ravenna. Tra le sue pubblicazioni: Fiori di Perle a Venezia con Nella Lopez y Royo, Lina Urban e Doretta Davanzo Poli; Hutteriti, tirolesi d’America; Pavimenti a Venezia; Campanili di Venezia; Marta Sammartini: Sculture con Nico Stringa; Ugo Sissa: Catalogo Generale dei dipinti a cura di Maria Angela Tiozzi; La mia terra, ricordi tra sogno e realtà; Verde Venezia con foto di Cesare Gerolimetto. Le sue recensioni e i suoi articoli possono essere letti nel blog Storie Veneziane.

Esperta restauratrice e progettista di giardini, è da anni membro dell’Association Française de l’Art Topiaire et Buis. Ha insegnato Landscape Art per l’Architectural Association di Londra ed è stata docente in materia durante i master veneziani della New York University. Consulente del paesaggio per Marche Segrete e Piceno da Scoprire, tra i vari giardini da lei restaurati si annoverano: il giardino dei semplici di Ventimiglia Alta, il parco di Castel di Lama, il giardino di Ca’ Zenobio, quello della casa di Tiziano Vecellio e di casa Fortuny (Giudecca, restauro attualmente in corso).

Innamorata di Venezia e della sua arte, opera come guida turistica per dare l’opportunità a quanti non conoscono la città lagunare di scoprirne il lato segreto grazie a visite esclusive in suggestivi giardini privati.

 La sua attività è promossa da riviste come: Harper’s Bazar, Connaisseur, The New York Times, Le Monde, IO Donna, ecc.

Annunci
commenti
  1. Judith Bomfim ha detto:

    Tudy Sammartini una donna fantastica !!!

  2. Maria De Rossi ha detto:

    Possiedo alcune sue pubblicazioni che custodisco tra i miei “tesori” perchè parlano dell’adorata Venezia, ma non conoscevo la vita dell’autrice. Sono queste persone che ti aiutano ad avere fiducia ancora verso certi tipi di scelte che molti giudicano fuori dal tempo. Abbiamo bisogno, soprattutto di questi duri tempi, di modelli come Tudy Sammartini. Particolarmente noi donne.
    Maria

  3. francesco vianello ha detto:

    Gentile Signora Sammartini,
    in seguito alla sua richiesta di materiale relativo al film “la Città” di Guido Vianello,
    la ringrazio di aver pubblicato nel suo blog un link relativo al film di mio padre.
    cordiali saluti
    Francesco Vianello

  4. Mattia ha detto:

    Ciao. Sono Mattia. Figlio di quella Esmeralda con cui tu t’ allais te promener…

  5. Johnd878 ha detto:

    Great website! I am loving it!! Will be back later to read some more. I am taking your feeds also edaeaaakdegd

  6. maddalena scimemi ha detto:

    fantastico sito. vorrei conoscerla, posso?

  7. Severin Rapp ha detto:

    Io sono solo un ragazzo piccolo sul questo monde grande… Ma se vorrei dire in trent´anni: “La mia vita era un sucesso”, dovrei bevere un caffè con signora Sammartini! (Scusate il mio italiano male, ma sono tedesco e ho solo studiato un po nella scuola) Ma tutti insieme: Dobbiamo combattere per l´anima di Venezia! Proprio ora ho visto la documentazione “il principio di Venezia” e sono molto triste. Questa città non ha guadagnato un futuro come questo!

    • Tudy Sammartini ha detto:

      Caro Severin,
      grazie per quello che mi hai scritto, ci dobbiamo mettere tutti insieme per fare qualcosa! Proprio il documentario ha avuto un successo sulla carta e un po’ di navi grandi non verranno più… Invece dobbiamo risolvere il problema dei barbari che stanno consumando il pavimento di Piazza San Marco! Se mi mandi la tua mail ti manderò una foto del mio giardino esterno che ha piante anti-inquinamento… Cerco di ripulire l’aria se posso! Ti aspetto per un caffè se verrai a Venezia felice di conoscerti!

  8. Hoffmann, Sabine ha detto:

    Gentile Signora Sammartini, ho 52 anni e vivo a Dortmund, Germania. Ho dei amici nella Terraferma. Ho visto ieri la documentazione “il principio di Venezia”. E mi sentivo tanto triste! Non e che non lo sapevo, lo ho gia sentito da i miei amici. Ma capisco che e ora di muoversi. Allora se io posso fare qualcosa per salvare Venezia mi dica per favore!
    E vorrei chiederLa un favore. Posso avere anch’io per favore il foto del guardino esterno? Sarebbe molto bello! Grazie mille Sabine Hoffmann

  9. Jon (Bilbao) ha detto:

    Dear Madam,

    Sorry I can’t speak Italian. I loved your intervention in the documentary “The Venice syndrome”. I am a tourist who visits Venice very regularly, because I fell in love with Venice when I first saw it as a kid, and It’s Disneyfication hurts me as If I was part of It. I only visit It in winter, when I can still see the true life of Venice and Venetians. I don’t know for how long.

    Keep writting!, keep fighting!

  10. odetta ha detto:

    Buongiorno chi è l’editore del volume Venezia settecento scritti in onore di Bettagno??

  11. Robin Thompson ha detto:

    Dear Tudi:

    I remember you so well when you visited London…..It must have been about 1962. Do you remember me, Robin, and my wife at the time, Marisa?

    I have on the wall of my New York apartment a Prova d’Artista of Ugo Sissa.

  12. Sandra Paikowsky ha detto:

    Greetings from Montreal! I think of you often even if it has been a long time since I have seen you except in the Venice Syndrome. I have purchased all of your recent books and they remind me of our wonderful conversations. I still come back to Venice regularly and continue to work on the Venetian paintings of James Wilson Morrice.

    Sandra (Paikowsky-Fox)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...